Primavera

primavera

 


a cura di Alessandra Bucchi - per la grafica si ringrazia shangrila

 

Il trionfo del ciliegio

L'albero era sino a ieri nudo; nudo nel tronco, nei rami qua e là contorti dall'aspro battere del vento.

Cosa sia accaduto e perché, stamane ripercorrendo tra i coltivi, il sentiero solitario, io abbia visto, invece dell'albero, una nube bianca fatta tutta di fiori stretti sì fittamente gli uni agli altri da formare una cosa sola, impalpabile, quasi aerea, attraverso la quale non mi riesce più di distinguere né rami, né tronco, non saprei dirvi.

Mi appresso incuriosito al miracolo e vedo che, nell'aria immobile, la nube ha fremiti sulla superficie continua dei suoi piccoli fiori aperti, ciascuno dei quali ostenta a guisa di esili fili un ciuffo di stami sorreggenti la loro antera gialla che sembra un punto.

Ed io ascolto un ronzìo di insetti alati (sono api in massima parte) che passano rapidamente da un fiore all'altro, e mi colpisce il volo di farfalle bianche, le cui ali sembrano petali che si siano staccati dai fiori stessi.

L'aria attorno alla nube è più chiara e vibra come uno strumento musicale con melodie di suoni che son diventate melodie di profumi, e di cui la mia anima si riempie.

Riosservo l'albero; non ha una foglia: il trionfo floreale è pieno...poi voi vedrete sul mantello bianco dell'albero apparire le prime macchie verdi.

Ora l'albero verzica; e inizia la sua nuova fatica.

La bianca nube floreale si raccoglie sempre più sotto il verde delle foglie che tende a prevalere: una moltitudine di fiori si chiude a preparare il frutto.

Tra non molto vedrete le prime ciliegie nascoste entro una guaina di foglie e come il sole le maturi e le colori prima sopra una guancia e poi sull'altra; e potrete anche accorgervi come l'albero abbassi verso terra i suoi rami più orizzontali perché la piccola mano dei fanciulli possa facilmente riempirsi dei suoi dolci frutti.

Antonio Anile, Bellezza e verità delle cose, Vallecchi

 

Proposte di lavoro: RICERCARE DATI

Leggi attentamente il testo e sottolinea i dati visivi

Proposte di lavoro: SCRIVERE

Prova ad arricchire il brano inserendo, dove ritieni utile, uno o più periodi con dati olfattivi

 

Proposte di lavoro: IL TUO ARCIMBOLDO

Ispirandoti al famoso quadro di Arcimboldo crea il ritratto della tua Primavera con la tecnica del collage (puoi utilizzare con ottimi risultati le immagini dei prodotti primaverili presenti nelle pubblicità dei supermercati o dei fiori presenti nelle riviste di giardinaggio)

primavera

 

Marzo è un fanciullo

 

Marzo, che mette nuvole a soqquadro

e le ammontagna in alpi di broccati,

per poi disfarle in mammole sui prati,

accende all'improvviso, come un ladro,

un'occhiata di sole,

che abbaglia acque e viole.

 

Con in bocca un fil d'erba primaticcio,

Marzo è un fanciullo in ozio, a cavalcioni

sul vento che separa due stagioni;

e, zufolando, fa, per suo capriccio,

con strafottenza audace,

il tempo che gli piace.

 

A. Onofri , Vincere il drago, Tumminelli

Primavera

Ed ecco che un susino

bianco sbocciò sul verzicar del grano.

Come un sol fiore gli sbocciò vicino

un pesco, e un altro. I peschi del filare

parvero cirri d'umido mattino.

Uscìano le api. Ed or s'udiva un coro

basso, un brusìo degli alberi fioriti,

un gran sussurro, un favellar sonoro.

Dicean del verno, si facean gl'inviti

di primavera. Per le viti sole

era ancor presto, e ne piangean, le viti,

a grandi stille, in cui fioriva il sole.

 

Giovanni Pascoli

Proposte di lavoro: COMPRENSIONE DEL TESTO POETICO

Trova tutte le personificazioni presenti nella poesia di Onofri.

Da quanti versi sono composte le due poesie? Da quante strofe? Sono scritte in rima o in versi liberi?

Quale poesia preferisci? Perché?

 

Ancora non se n'è andato l'inverno,

e il melo appare

trasformato d'improvviso

in cascata di stelle odorose.

Pablo Neruda

 

Ecco qui: guarda,

è in fiore il biancospino della siepe

come uno strascico di sposa troppo lungo

rimasto fuori dalla chiesa,

tenuto sollevato

dal bel fermaglio verde del ramarro...

Corrado Govoni

Proposte di lavoro: COMPRENSIONE DEL TESTO POETICO

Nella poesia di Neruda c'è una metafora, trovala.

Nella poesia di Govoni ci sono due similitudini, trovale

Da quanti versi sono composte le due poesie? Da quante strofe? Sono scritte in rima o in versi liberi?

Quale poesia preferisci? Perché?

Proposte di lavoro: SCRIVERE

Proposte di lavoro: COMPRENSIONE DEL TESTO POETICO

Trova tanti paragoni per descrivere gli elementi della primavera, poi usali per scrivere un testo o una poesia.

stampa la pagina