STORIE NELL'ORTO

Storie nell'orto , nasce dall'esigenza, fortemente sentita da un gruppo di insegnanti della scuola elementare e della scuola dell'infanzia di San Donnino, di creare occasioni   di continuità.

  Se per continuità si intende non solo la condivisione degli obiettivi formativi, delle strategie e metodologie educative e didattiche, ma anche e soprattutto l'accoglienza e l'orientamento di tutti e di ciascuno dei bambini/e che vivono la nostra scuola, le occasioni di continuità non possono essere soltanto momenti di adempimento sovrastrutturale, ma devono essere occasioni che si trasformano in opportunità   per incontrarsi sul fare e vivere la scuola .

Stili educativi e didattici, tempi, spazi, vissuti personali, dei due diversi ordini di scuola possono essere opportunità di crescita se l'incontro tra questi "mondi" avviene nel rispetto dell'identità reciproca.

Le programmazioni didattico-educative delle classi coinvolte ( VA scuola elementare Vamba, sezioni 5 anni Ae B della scuola dell'infanzia di via Erbosa) sono state realizzate in maniera indipendente, ma ad anno scolastico avviato si è cercato " un ponte " per l 'incontro .

Ogni incontro è fatto di sguardi, di pensieri, di movimenti, di parole, ogni incontro è tutto un racconto.

Da qui l'idea: i ragazzi della classe quinta potrebbero raccontare... raccontare cosa?

Il progetto di plesso della scuola dell'infanzia di Via Erbosa Io e l'orto, si è prestato come contenuto.

La programmazione didattica dell'area linguistica, centrata sull'ascolto e il parlato, sulla lettura e la scrittura, ha trovato nell'orto e nei suoi abitanti , l'apertura all'immaginario, quel gancio motivazionale per cui pensare e scrivere ha più senso e più significato perché   è funzionale ad un incontro.

•  Scrivo a chi ? ( Destinatario)

Scriviamo per dei bambini piccoli, la cui attenzione è molto minore della nostra, la cui conoscenza dei vocaboli è inferiore alla nostra, ma che hanno molta fantasia ed amano sentirsi raccontare delle storie.

•  Scrivo cosa? Scrivo come? ( La scelta del contenuto, il tipo di testo ed il genere testuale)

Scriviamo dei racconti sull'orto, sugli animali dell'orto, sulle verdure, gli ortaggi ( testo narrativo, descrittivo); scriviamo delle filastrocche (il testo poetico), delle barzellette...

Scoprire le diverse funzioni della lingua, anche scritta, diventa un gioco quotidiano, che sistematicamente, come ogni gioco che si rispetti, arricchisce il bagaglio di conoscenze di ognuno, senza "traumatizzare", come una cometa di passaggio, lo sfondo del curricolo costruito con le proprie insegnanti e la propria classe, ma inserendosi nel curricolo stesso armonicamente.

Alle bambine ed ai bambini di cinque anni il compito di esprimere con forme e colori ciò che i grandi hanno raccontato, allora il lavoro sarà completo e sul ponte non solo ci saremo incontrati ma ci saremo anche donati un po' delle nostre identità.

Le insegnanti

 

 

scarica il libro " Storie dell'orto"